Val d'Ultimo

Val d'Ultimo - Ultental

La Val d'Ultimo è una valle con molti boschi e prati che si trova vicino a Merano in Alto Adige. Antichi masi rurali ne caratterizzano il paesaggio idilliaco. Qui si trovano meravigliosi pascoli alpini e numerose malghe. Soprattutto sui pendii rivolti a sud si trovano numerosi masi, molti dei quali di antica data.

Gli alpinisti e gli escursionisti trovano un'ampia scelta di passeggiate e di fantastiche escursioni verso i laghi alpini e le cime delle montagne.

Qui ci sono tanti piccoli conglomerati e masi. Le località più importanti della vallata sono S. Pancrazio (a 10 km da Lana), S. Valburga (a 18,5 km da Lana), S. Nicolò (a 27 km da Lana) e S. Gertrude (a 31 km da Lana). I paesi prendono il nome dal santo patrono della chiesa.

La Val d'Ultimo si estende per circa 40 km dalle sorgenti del torrente Valsura a Fontana Bianca fino al fondovalle a Lana. La valle è fiancheggiata dalle creste del Gruppo dell'Ortles sud-orientale e dal Gruppo delle Maddalene. Prati e magnifici boschi con antichi masi rurali ne caratterizzano il paesaggio idilliaco.

Racchiusa in un paesaggio inizialmente monotono, tra rocce e boschi, la valle si apre nella sua parte superiore, dove si trovano 2 grandi laghi artificiali: il lago di Zoccolo ed il lago di Fontana Bianca.

Poco dopo S. Pancrazio inizia la strada che conduce verso i paesi dell'Alta Val di Non: Proves e Lauregno. La strada è stata inaugurata nel 1998.

Protetta dai venti del nord, la valle presenta un clima mite ed asciutto che attirò qui coloni fin dai tempi più antichi. Dapprima i Goti, attorno al 600, ed in seguito i Baiuvari. Nel Medioevo gli insediamenti erano feudi dell'Abbazia di Weingarten presso Ratisbona che li cedette ai contadini. Ancora oggi alcuni masi, quali il Breitenbergerhof, il Marsonhof ed il Kuppelwieserhof, ricordano gli antichi possessori.

Non è attendibile l'ipotesi secondo la quale il nome della valle derivi dal termine latino "ultima". L'origine del nome è invece più probabile che resti incerta. Il nome compare per la prima volta in un documento del 1082 "Ultun", nel 1179 "de Ultimo" e nel 1189 "in castro Ulteme". Sicuramente il nome non deriva da "vallis ultima" (ultima valle).